Articoli&Commenti

20Ottobre2017

 120 visitatori online

Cerca Sentenze

Sito aggiornato:Venerdì 21 Luglio 2017, 07:01

SENTENZE PER TUTTI

 up direction
 down direction

Nel Salento 103 indagati per i falsi incidenti stradali - Gazzetta del Mezzogiorno, 31 ottobre 2013

  • PDF

Nel Salento 103 indagati per i falsi incidenti stradali


LECCE - Più di cento indagati nell’inchiesta sui falsi incidenti stradali. I nomi compaiono nella richiesta di proroga del termine delle indagini preliminari avanzata dal sostituto procuratore Antonio Negro.

I reati ipotizzati sono l’associazione per delinquere e la truffa. Più di quaranta gli incidenti stradali in odor difalso per i quali le compagnie di assicurazione hanno sborsato risarcimenti per centinaia di migliaia di euro.

Per un solo incidente sono stati liquidati circa 350mila euro.

Nell’elenco degli indagati compaiono avvocati, medici, assicuratori, liquidatori e carrozzieri. Ognuno, secondo quanto emerso dalle indagini svolte dalla polizia stradale e dalla sezione di pg della polizia di Stato presso la Procura, avrebbero avuto un ruolo all’interno della presunta organizzazione dedita alletruffe alle compagnie assicurative attraverso falsi incidenti stradali mai verificati oppure avvenuti inmaniera del tutto diversa da quanto dichiarato.

Ecco, divisi per professione, i destinatari della richiesta di proroga.

Medici - Il sospetto è che abbiano rilasciato certificati gonfiati.

Al vaglio degli investigatori ci sono le posizioni di Giuseppe Calogiuri, 59 anni, di Soleto; Primaldo Caputo, 68 anni, di Galatone; RossanoAurelio Giaracuni, 57, di Aradeo; Furio Rubino, 54, di Lecce; Antonio Cosimo Girau, 61, di Lequile; Ivano Marchello, 56, di Lecce.

Fra gli indagati compaiono anche due radiologi (Salvatore Fiordaliso, 64 anni,
di Arnesano, e Guglielmo Potenza, di 78, di Lecce) e tre fiosioterapisti Fabrizio Brindisino, 30 anni, diLequile; Angelo Alfredo Callegari, 61, di Lecce; e Flavio Carrozzo, 42, di Galatina).

Avvocati - Le pratiche sarebbero state istruite da alcuni avvocati al fine di ottenere la liquidazione deidanni da parte della compagnia di assicurazione.

Di toghe, nella richiesta di proroga, ne compaiono tre:
Donato Maruccia, 38 anni, di Corigliano d’Otranto; Angela De Monte, 33, di Lecce; Marcello Venneri, 38, di Lecce e Giuseppe Sansò, 52, di Sogliano.


Assicuratori - Nella rete sono finiti anche alcuni dipendenti delle compagnie di assicurazione.

Si tratta diCarmelo Basile, 55, di Maglie e Matteo Micocci, 36, di Milano.

Carrozzieri - Le officine avrebbero sfornato falsi preventivi per rendere più credibili gli incidenti. Sono due i nomi dei titolari di carrozzerie checompaiono nell’atto della Procura: si tratta di Alessandro Gemma, 64 anni, e Alessandro Sbocchi, 42, di Castrignano dei Greci.

Nel lungo elenco compaiono i nomi degli automobilisti dei falsi testimoni e di coloro che, in qualche maniera hanno contribuito, alla realizzazione del maxi imbroglio: Vincenzo Angelini, 40 anni, di Surbo;Sergio De Blasi, 33, di Martano; Giuseppe Mele, 59, di Castrignano dei Greci; Katarzyna Magdalena Wozniak, 30, di Castrignano dei Greci; Marco Andriani, 25, di San Cesario; Gianluca Bello, 40, diSquinzano; Gilberto Bianco, di Zollino; Alessandro Bongiorno, 27, residente in Belgio; Luigi Campanile,62, di Maglie; Teresa Chiriatti, 65, di Martano; Riccardo Ciccarese, di 23, di San Cesario; Claudia Colonna,di 50, di San Cesario; Fabio Coluccia, di 24, di Bagnolo; Camillo Danisi, di 51, di Martano; FrancescoDe Amicis, 39, di Lecce; Salvatore De Blasi, 74, di Martano; Luigi Gabriele De Giorgi, 59, di Lecce; Anna Francesca De Giuseppe, di 44, di Ugento; Francesco Luigi Dell’Anna, di Martignano; Massimiliano De Lorenzi, di 35, di Surbo; Veronica De Marzi, di 24, di Roma; Giovanni De Matteis, 31, di Surbo; Lidia De Riccardis, 30, di Corigliano; Cosimo De Vito, 63, di Martano; Anna Della Stella, 28, di Maglie; Leonardo Impero Delle Donne, di 50, di Martignano; Dario Fai, 46, di Tuturano; Maria Giuseppa Falco, di 53, di Galatina; Cosimo Falmini, 35, di Castrignano dei greci; Juan Pablo Ferrari, di 35, di Roma; Graziano Filieri, di 24, di Galatina; Amine Fouad, di 45, di Arnesano; Aldo Garofalo, 34, di Melissano; Gianfranco
Giurgola, 57, di Lecce; Paolo Greco, 55, di Lecce; Simone Lafia, 35, di Lequile; Diego , 36, di San Cesario; Giuseppe Leone, 47, di Guagnano; Mario Leone, 38, di Guagnano; Alessandro e Maria Grazia Leucci, di25 e di 20 anni, di Botrugno; Maria Antonietta Longo, 32, di Soleto; Gianluigi Maggio, 34, di Sanarica;Piero Mancarella, 58, di Surbo; Raffaele Mancarella, 30, di Surbo; Rosanna Mangia, 55, di Soleto; Andrea Maniglio, 37, di Lecce; Carmen Maniglio, 34, di Lecce; Giorgio Martina, 39, di Sternatia; Maria Domenica Mele, 25, di Castrignano dei greci; Brizio Pantaleo Mercuri, 42, di Lecce; Antonio e Tommaso Miccoli,60 e 27, di Galatina; Vincenzo Micocci, 42, di Botrugno; Grazia Miggiano, di 75, di Botrugno; MichelaMiggiano, 68, di Botrugno; Simone Monferrini, 23, di Monteroni; Aleandro e Sara Moretti, di 27 e 23anni, di Melpignano; Simone Moschettini, 22, di Martano; Giuseppe Nicolì, 40, di Cutrofiano; Marco Nuzzaci, 33, di Soleto; Pierangelo Pascali, 27, di San Cesario; Antonio Perrone, 53, di Guagnano; Rosanna Placì, 59, di Melissano; Rosaria Margherita Placì, 89, di Lecce; Francesca Plevi, 41, di San Foca; EmanueleRizzo, di 36, di Soleto; Sergio Romano, 62, di Maglie; Loredana e Pasquale Ippazio Rosafio, di 36 e 63 anni, di Melissano; Gaetano Rubrichi, 49, di Uggiano; Adriana Sbocchi, 53, di Castrignano dei Greci; LucioScarpa, 47, di Soleto; Anastasia Schito, 29, di Lecce; Maria Rossana Stifani, 43, di Galatina; Gianluca eSimonetta Toma, di 37 e di 41 anni, di Cursi; Maurizio Ugolini, 50, di Soleto; Sofia Zecca, 56, di Lecce; Vincenza Zecca, 60, di Lecce, Mauro Zilli, 36, di San Cesario.

La scadenza del termine per lo svolgimento delle indagini era per il 10 ottobre.

Ma la materia è complessa.

Sono necessari ulteriori accertamenti investigativi per riscontrare la posizione di ogni
indagato.

Da qui la necessità di una proroga.

Fonte : Gazzetta del Mezzogiorno, 31 ottobre 2013

Pubblicità

 

 

magiada1

 

 

ediltrulli

 

 

       

Per la tua pubblicità su questo sito

Omnibus Italia srl

393 2667877