Articoli&Commenti

22Settembre2017

 97 visitatori online

Cerca Sentenze

Sito aggiornato:Venerdì 21 Luglio 2017, 07:01

SENTENZE PER TUTTI

 up direction
 down direction

Un passo avanti verso il riconoscimento della validità degli accordi prematrimoniali

  • PDF

Un passo avanti verso il riconoscimento della validità degli accordi prematrimoniali, utilizzati in maniera diffusa nei paesi di cultura anglosassone ma ritenuti nulli, in quanto contrari al principio di ordine pubblico di indisponibilità delle questioni afferenti lo stato delle persone, nel nostro ordinamento.


La Corte di Cassazione, con la innovativa sentenza 23713/2012 pubblicata il 21 dicembre scorso, ha ritenuto, di contro, valido ed efficace l’accordo intercorso tra due coniugi che, il giorno prima di sposarsi, stabilirono, con contratto scritto, che in caso di fallimento del matrimonio la sposa avrebbe dovuto trasferire al marito un immobile determinato, di sua proprietà, per compensarlo delle spese che il marito, in vista del matrimonio, aveva sostenuto per ristrutturare altro immobile di proprietà della donna, da adibire a casa coniugale.


La Corte, pur riconoscendo l’orientamento contrario della generale giurisprudenza, ha rilevato che nella fattispecie il fallimento del matrimonio e quindi non era dedotto quale causa genetica dell’accordo, ma semplicemente come mero evento condizionale, evento, cioè, dal cui verificarsi far discendere l’attuazione o meno di una clausola contrattuale (il trasferimento dell’immobile).


Con questo escamotage la Suprema Corte ha quindi aperto anche nel nostro ordinamento la strada agli accordi economici prematrimoniali, che nei Paesi ove sono normalmente utilizzati, per usare le parole della Corte,  hanno svolto una proficua funzione di deflazione delle controversie familiari e divorzili.

Da oggi, nella misura in cui non si pongono in contrapposizione con i diritti indisponibili, saranno utilizzabili anche da noi.

Pubblicità

 

 

magiada1

 

 

ediltrulli

 

 

       

Per la tua pubblicità su questo sito

Omnibus Italia srl

393 2667877