Articoli&Commenti

25Luglio2017

 125 visitatori online

Cerca Sentenze

Sito aggiornato:Venerdì 21 Luglio 2017, 07:01

SENTENZE PER TUTTI

 up direction
 down direction

Maggiorazioni A.N.F.

  • PDF
MAGGIORAZIONI A.N.F.

 

In Gazzetta Ufficiale n. 125 del 30.5.1996 è stato pubblicato il decreto 11 aprile 1996 del Ministro del lavoro e della previdenza sociale di concerto con il Ministro del tesoro e con il Ministro per la famiglia e la solidarietà sociale che prevede, in applicazione dell' art.3, comma 3, della L. 28.12.1995, n. 550, a decorrere dal 1° gennaio 1996, l' aumento dell' assegno per il nucleo familiare di cui all' art.2 del D.L. 13.3.1988, n. 69, convertito, con modificazioni nella L. 13.5.1988, n. 153.

Il predetto decreto stabilisce in particolare :
    - all' art.1 la conferma, a decorrere dal 1° gennaio 1996, dell' importo di lire 84.000 mensili previsto dal decreto ministeriale 1° agosto 1995 per i nuclei familiari comprendenti più di due figli ;
    - all' art.2 la maggiorazione, a favore dei nuclei che comprendono almeno un figlio minore, degli importi dell' assegno per il nucleo familiare, sempre a decorrere dal 1° gennaio 1996, nelle misure indicate nelle tabelle A, B e C

Per consentire la corretta ed uniforme applicazione delle norme in oggetto si ritiene utile fornire         alcune precisazioni.

A) BENEFICIO DI LIRE 84.000 MENSILI A PARTIRE DAL TERZO FIGLIO


Come precisato nella premessa la maggiorazione dell' assegno per il nucleo familiare di lire 84.000 mensili per ogni figlio con esclusione dei primi due, prevista dal D.M. 1.8.1995 fino al 31 dicembre 1995, viene ripristinata, a decorrere dal 1° gennaio 1996, a tempo indeterminato.

Nulla è innovato per quanto riguarda l' importo di lire 20.000 mensili per ogni figlio con esclusione del primo, previsto dall' art. 12, comma 8, del D.L. 16.5.1994, n. 299, convertito nella L. 19.7.1994, n. 451, che, pertanto, continua ad essere corrisposto.

Circa i destinatari e le modalità di attribuzione dei suddetti benefici si richiamano le istruzioni fornite dallo scrivente con circolari n. 165262 del 7.7.1994 e n. 197323 del 27.10.1995.

B) MAGGIORAZIONE DELL' ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE


B.1     Nucleo familiare


L' altra rilevante innovazione, recata dall' art. 2 del menzionato D.M. 11.4.1996, riguarda l' incremento dell' assegno per il nucleo familiare, sempre a decorrere dal 1° gennaio 1996, per i nuclei familiari che comprendono almeno un figlio minore.

Il suddetto incremento, le cui misure sono riportate negli Allegati A, B e C del decreto stesso, spetta, rispettivamente, ai nuclei familiari composti da due genitori e da almeno un figlio minore, da un genitore e almeno un figlio minore e ai nuclei orfanili in cui è presente almeno un minore.

Ai fini dell' attribuzione delle maggiorazioni in esame, si precisa che la condizione della presenza nel nucleo " almeno un figlio minore " va intesa in riferimento anche ai minorenni equiparati ai sensi dell' art. 38 del DPR 26.4.1957, n. 818 ;

Per nuclei orfanili si intendono i nuclei familiari composti da uno o più orfani di entrambi i genitori, minori di età e titolari di pensione ai superstiti.

Sono esclusi dal beneficio, pur rimanendo destinatari della misura base dell' assegno, quei nuclei familiari nei quali non sia presente almeno un figlio minore, come ad esempio quelli composti dai soli coniugi ovvero da uno o entrambi i coniugi e solo figli maggiorenni inabili e/o fratelli, sorelle e nipoti.

B.2 ) LIVELLI DI REDDITO

Per quanto concerne i livelli di reddito da prendere a riferimento, il già citato D.M. 11.4.1996 ha innovato rispetto alla precedente normativa consentendo l' accesso al beneficio in oggetto ai nuclei costituiti da almeno tre persone con reddito compreso nelle due fasce successive a quelle finora previste e aggiungendo due ulteriori più elevati scaglioni di reddito.

Pertanto, ai fini della maggiorazione dell' assegno sia per il semestre 1° gennaio 1996 - 30 giugno 1996 che per il successivo periodo 1° luglio 1996 - 30 giugno 1997, dovrà tenersi conto dei livelli di reddito indicati nelle allegate Tabelle nn. 1-6 relative, rispettivamente, alla seguente casistica :

    Tabella n.1 : Nuclei familiari in cui sono presenti entrambi i genitori e almeno un figlio minore;

    Tabella n.2 : Nuclei familiari in cui sono presenti un solo genitore e almeno un figlio minore ;

    Tabella n.3 : Nuclei orfanili in cui è presente almeno un minore ;
    Tabella n.4 : Nuclei familiari in cui sono presenti entrambi i genitori e almeno un figlio minore e che comprendono soggetti assolutamente e permanentemente inabili a proficuo lavoro ;
    Tabella n.5 : Nuclei familiari in cui è presente un solo genitore e almeno un figlio minore e che comprendono soggetti assolutamente e permanentemente inabili a proficuo lavoro ;
    Tabella n.6 : Nuclei orfanili in cui è presente almeno un minore e che comprendono soggetti assolutamente e permanentemente inabili a proficuo lavoro.


È bene sottolineare che ai fini della maggiorazione in argomento dovranno essere presi in considerazione, per il semestre 1° gennaio 1996 - 30 giugno 1996, i redditi percepiti nell' anno 1994 e, per il successivo periodo 1° luglio 1996 - 30 giugno 1997, i redditi percepiti nell' anno 1995.

Rimangono validi ai fini della determinazione della misura base dell' assegno per il nucleo familiare, i livelli di reddito comunicati con circolari dello scrivente n. 154919 dell' 8.6.1995 per il periodo 1° gennaio 1996 - 30 giugno 1996 e n. 150582 del 24.5.1996, per il periodo 1° luglio 1996 - 30 giugno 1997.

B.3 ) MISURE DELLA MAGGIORAZIONE

Gli Allegati A, B e C del D.M. più volte menzionato recano gli importi delle maggiorazioni da corrispondere ai nuclei familiari comprendenti almeno un figlio minore validi sia per il semestre 1° gennaio 1996 - 30 giugno 1996 che per il successivo anno 1° luglio 1996 - 30 giugno 1997.

Tenuto conto che gli Allegati al D.M. prevedono due ulteriori fasce e due scaglioni aggiuntivi di reddito, potrà verificarsi il caso di nuclei che pur essendo esclusi dalla corresponsione della misura base dell' assegno per il nucleo familiare sono destinatari della sola maggiorazione.

Inoltre è da tenere presente che gli importi delle maggiorazioni relative alle due ulteriori fasce reddittuali sono comprensivi, oltre che della maggiorazione stessa, anche della somma di lire 20.000 a partire dal secondo figlio e di quella di lire 84.000 a partire dal terzo. Pertanto, in tali casi, ai fini della corresponsione dell' aumento in oggetto, gli uffici dovranno tenere conto dell' effettiva composizione del nucleo e in presenza di componenti che non siano figli minori (come fratelli, sorelle e nipoti) dovrà detrarsi la corrispondente quota di lire 20.000 e di lire 84.000 per ciascuno di essi. È utile precisare che tale detrazione dovrà operarsi in relazione ai figli maggiorenni inabili in quanto destinatari tuttora dei citati benefici.

C ) ESEMPLIFICAZIONI


In conseguenza delle recenti citate modifiche normative in materia di trattamento di famiglia, l' importo complessivo da corrispondere è costituito dalla somma di quattro elementi:

1) assegno per il nucleo familiare nelle misurew previste dalla L. n. 153/1988 ;
2) lire 20.000 mensili, previste dalla legge n. 451/1994, per ogni figlio con esclusione del primo ;
3) lire 84.000 mensili, previste dal D.M. 1.8.1995 per ogni figlio con esclusione dei primi due ;
4) maggiorazione prevista dal D.M. 11.4.1996 .

Per meglio illustrare il criterio di determinazione delle nuove misure del trattamento di famiglia spettante dal 1° gennaio 1996, si forniscono le seguenti esemplificazioni riferite all' ipotesi di corresponzione nel semestre 1° gennaio 1996 - 30 giugno 1996:

a) Nucleo familiare composto da richiedente, coniuge e 3 figli minori (reddito £ 40.000.000) :

1) assegno ex L . n . 153/88               120.000 (Tab. A)
2) £ 20.000 a partire dal 2° figlio         40.000
3) £ 84.000 a partire dal 3° figlio         84.000
4) maggiorazione ex D.M. 11.4.996     35.000 (All. n.1)
279.000

b) Nucleo familiare composto da richiedente separato con 2 figli minori (reddito £ 30.000.000) :

1) assegno ex L . n . 153/88               80.000 (Tab. B)
2) £ 20.000 a partire dal 2° figlio         20.000
3) £ 84.000 a partire dal 3° figlio         ---------
4) maggiorazione ex D.M. 11.4.996     55.000 (All. n.2)
155.000

c) Nucleo familiare composto da richiedente, coniuge e 3 figli minori (reddito £ 55.000.000) :

1) assegno ex L . n . 153/88               -------(Tab. A)
2) £ 20.000 a partire dal 2° figlio         40.000
3) £ 84.000 a partire dal 3° figlio         84.000
4) maggiorazione ex D.M. 11.4.996     20.000 (All. n.1)
144.000

d) Nucleo familiare composto da richiedente, coniuge, due figli e un fratello minore (reddito £ 55.000.000) :

1) assegno ex L . n . 153/88               -------- (Tab. A)
2) £ 20.000 a partire dal 2° figlio         20.000
3) £ 84.000 a partire dal 3° figlio         --------
4) maggiorazione ex D.M. 11.4.996     20.000 (All. n.1)
40.000

e) Nucleo familiare composto da richiedente, coniuge, due figli minori e un figlio maggiorenne inabile (reddito £ 55.000.000) :

1) assegno ex L . n . 153/88               120.000 (Tab. C)
2) £ 20.000 a partire dal 2° figlio         40.000
3) £ 84.000 a partire dal 3° figlio         84.000
4) maggiorazione ex D.M. 11.4.996     35.000 (All. n.4)
279.000

f) Nucleo familiare composto da richiedente separato con un figlio minore, un figlio maggiorenne inabile e un fratello minore (reddito £ 65.000.000) :

1) assegno ex L . n . 153/88               -------- (Tab. D)
2) £ 20.000 a partire dal 2° figlio         20.000
3) £ 84.000 a partire dal 3° figlio         --------
4) maggiorazione ex D.M. 11.4.996     56.000 (All. n.5)
76.000

D ) ADEMPIMENTI


Ai fini della corresponsione dei nuovi benefici le Amministrazioni procederanno d' ufficio sulla base delle informazioni risultanti dalle istanze già in loro possesso.

I dipendenti, esclusi finora dalla corresponsione dell' assegno per motivi reddituali, che ritengono di avere diritto alla maggiorazione, dovranno produrre apposita istanza indicando la composizione del proprio nucleo familiare e il reddito complessivo, utilizzando lo stesso modello di domanda predisposto ai fini dell' attribuzione della misura base dell' assegno per il nucleo.

Si invitano le Amministrazioni in indirizzo a portare a conoscenza dei dipendenti Uffici che amministrano personale il contenuto della presente circolare, informandone anche il personale stesso.


Ultimo aggiornamento Mercoledì 06 Febbraio 2013 20:20

Pubblicità

 

 

magiada1

 

 

ediltrulli

 

 

       

Per la tua pubblicità su questo sito

Omnibus Italia srl

393 2667877