Articoli&Commenti

22Settembre2017

 47 visitatori online

Cerca Sentenze

Sito aggiornato:Venerdì 21 Luglio 2017, 07:01

SENTENZE PER TUTTI

 up direction
 down direction

Gli assicurativi rinnovano il loro contratto di lavoro

  • PDF

La concertazione degli assicurativi ha dato buoni frutti

 

Il contesto socio economico in cui si è sviluppata la trattativa non è assolutamente stato favorevole, in quanto il progressivo deterioramento della situazione economica internazionale ha influito sulle posizioni dell’Ania che, sin dall’inizio, sono state contrassegnate dalla forte volontà di peggiorare tutta una serie di istituti contrattuali importanti, quali le norme che regolano le ristrutturazioni, la malattia, le attività cui si applica il contratto nazionale (area contrattuale), l’orario di lavoro ed in particolare la copertura del venerdì pomeriggio, la fungibilità e la flessibilità dei call center ed altri istituti minori.

Dopo mesi di scontri, duri, culminati in scioperi e campagne dei lavoratori nelle piazze, lo scorso 7 marzo l' Ania per la parte datoriale e Fna, Snfìa, Fiba, Fisac e Uilca, per quella sindacale, hanno siglato il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro che sarà valido fino al giugno del 2013.

Le trattative sono state lunghe e travagliate ma alla fine ha prevalso l'unità sindacale e la cultura del settore e la concertazione, che ha sempre contraddistinto la categoria, ha dato buoni frutti.

Si è trattato di un accordo semplice che si è ridotto solo alla tematica del settore economico, con accordi che hanno recuperato tutta l'inflazione e stabilito intenti sugli ammortizzatori e sulla flessibilità».

I diritti e le tutele dei nostri lavoratori non sono stati in alcun modo toccati.

L'intesa raggiunta è  un contratto ponte, i cui lavori proseguiranno ad opera delle  commissioni bilaterali che sono state istituite e che dovranno giungere a una conclusione entro ottobre di quest'anno.

Per la parte economica i quasi 47mila lavoratori assicurativi, prendendo come riferimento un quarto livello, settima classe, hanno ottenuto:

  1. 650 euro come una tantum, a copertura del periodo 2007/2010; 
  2. 700 euro per gli arretrati 2011,
  3. 100 euro come incremento 2012, oltre al montante del 2011.

Dal primo gennaio del 2013 si prevede inoltre l'erogazione di 332 euro annui e dal primo luglio 2013 di ulteriori 89 euro annui.

Ad esclusione dell'una tantum di 650 euro, gli altri importi sono validi ai fini tabellari, previdenziali e contributivi.

A regime, cioè dal primo luglio 2013, l'incremento complessivo della retribuzione sarà di circa 1.840 euro, pari al 6,57%.

La parte economica nel giudizio dei sindacati firmatari recupera l'inflazione ed è soddisfacente dato il contesto meno roseo anche per le  compagnie assicurative.

Quella normativa, che praticamente non è stata toccata ed è stata oggetto di molti tentativi di modifica da parte di Ania, è senz'altro un risultato importante che i sindacati hanno messo a segno in difesa dei lavoratori.

Ieri 29 marzo 2012 le delegazioni sindacali e gli assicurativi si sono riuniti presso la sede CGIL di via Merine per approvare la piattaforma contrattuale, come previsto dagli statuti sindacali.

Ciro Tadicini

 

Foto  del convegno

Ultimo aggiornamento Venerdì 30 Marzo 2012 10:37

Pubblicità

 

 

magiada1

 

 

ediltrulli

 

 

       

Per la tua pubblicità su questo sito

Omnibus Italia srl

393 2667877