Articoli&Commenti

16Novembre2018

 101 visitatori online

Cerca Sentenze

Sito aggiornato:Venerdì 21 Luglio 2017, 07:01
 
 
Cerca :
 

SENTENZE PER TUTTI

 up direction
 down direction

Cerca Sentenze

 

Le Sezioni Unite hanno definitivamente chiarito che, ai sensi dell'art. 2947 c.c., il momento del verificarsi del fatto deve essere individuato in quello in cui la produzione del danno si manifesta all'esterno, in modo oggettivamente percepibile e riconoscibile, e non in quello in cui il fatto del terzo determina ontologicamente il danno all'altrui diritto; In materia di risarcimento, secondo la Corte, il dies a quo del termine prescrizionale deve essere individuato nel momento in cui il danneggiato ha inoltrato al Ministero della Salute la richiesta di indennizzo ai sensi della legge 210/92.

Tribunale di Lecce - Prima Sezione Civile - Sentenza n. 1079 del 10 maggio 2011


 

Spettano in via esclusiva alla giurisdizione della Corte dei conti  tutte le controversie concernenti la sussistenza del diritto, la misura e la decorrenza della pensione dei pubblici dipendenti, comprese quelle aventi ad oggetto gli elementi integrativi ed accessori nonché quelle che involgono la soluzione di questioni comunque incidenti sul contenuto del diritto e sull'ammontare del trattamento.

Tribunale di Lecce - Seconda Sezione Civile - Sentenza n. 1093 del 14 giugno 2011


 

I gradini della rampa sulla quale si è verificato l'incidente erano di marmo liscio - Il danno determinato da cause intrinseche alla cosa, tali da costituire fattori di rischio conosciuti o conoscibili a priori dal custode.

Tribunale di Lecce - Sezione Civile - Sentenza n. 1102 del 16 giugno 2011


 

Sinistro avvenuto su strada provinciale - Erronea chiamata in causa del Comune - Estromissione

Tribunale di Lecce - Sezione Civile - Sentenza n. 1119 del 22 giugno 2011


 

La firma della donna delle pulizie, sul prospetto paga rilasciato dal datore come quietanza, non blocca il diritto della lavoratrice a chiedere gli stipendi non pagati. La sottoscrizione non ha infatti valore confessorio.

Suprema Corte di Cassazione - Sezione Lavoro - Sentenza n. 14441 del 30 giugno 2011

 


 

Il proprietario dell’area individuata come quella su cui sarebbe stato realizzato il parco, non era stato destinatario della prescritta comunicazione, e tale elemento appare ancora più rilevante ove si tenga presente la posizione differenziata del privato, in quanto il provvedimento andava ad incidere in una area di proprietà con acclarata vocazione edificatoria del fondo de quo ed addirittura dopo l’avvenuto rilascio di una concessione edilizia.

Consiglio di Stato - Quarta Sezione - Sentenza n. 3942 del 1 Luglio 2011


 

La responsabilità civile del Ministero della salute per i danni conseguenti alla vaccinazione obbligatoria per la poliomielite non è inquadrabile nell’ipotesi di cui all’art. 2050 cod. civ. e va, invece, ricompresa nella previsione generale dell’art. 2043 cod. civ.

Suprema Corte di Cassazione - Terza Sezione Civile - Sentenza n. 9406 del 27 Aprile 2011


 

Premessa la ammissibilità del concorso tra la azione ex art. 2087 cod. civ. e l'azione ex art. 2043 ,il Comune è obbligato, dall'art. 7 della legge 18 marzo 1968, n. 444, a curare la manutenzione degli edifici adibiti a scuola materna e  tale obbligo, di natura pubblicistica, incide sul diritto primario alla salute (art. 32 Cost.) di coloro che l'immobile sono tenuti a frequentare come docenti, discenti o personale comunque dipendente dal MUIR.

Suprema Corte di Cassazione - Terza Sezione Civile - Sentenza n. 14107 del 27 giugno 2011


 

Nel caso di impugnazione di una cartella di pagamento relativa anche a sanzioni per infedele dichiarazione, tale sanzione è dovuta e non può essere compensata con crediti rinvenienti dalla definitiva stabilizzazione di perdite fiscali precedenti.

Suprema Corte di Cassazione - Sezione Tributi - Ordinanza n. 13014 del 14 giugno 2011


 

I redditi degli immobili posseduti dalle Asl, strumentali all'esercizio delle attività istituzionali di natura previdenziale, assistenziale e sanitaria, non vanno considerati redditi d’impresa, ma redditi fondiari autonomamente tassabili.

Suprema Corte di Cassazione - Sezione Tributaria - Sentenza n. 12773 del 10 giugno 2011


 

Le fatture commerciali, in quanto documenti unilateralmente predisposti da colui che chiede di valersene a proprio vantaggio, hanno valore esclusivamente nel procedimento monitorio per l'emissione di un decreto ingiuntivo, ma non in quello, di cognizione, che si instaura a seguito dell'opposizione, nell'ambito del quale, vige il generale principio sancito dall'articolo 2697 del codice civile, secondo il quale l'onere della prova incombe su colui che vuol far valere il diritto.

Giudice di Pace di Milano - Settima Sezione Civile - Sentenza n. 5350 del 2 aprile 2011


 

Avvocato e procuratore - Esame di abilitazione all'esercizio della professione - Obbligo di motivazione del voto verbalizzato in termini alfanumerici .
Infondatezza della questione di legittimità costituzionale sollevata riguardo i giudizi di non ammissione dei candidati, che partecipano agli esami di abilitazione alla professione forense,   motivati con l’attribuzione di un mero punteggio numerico.

Corte Costituzionale - sentenza n. 175 del 7 gugno 2011


 

Il grave pregiudizio materiale per effetto della mancata assunzione viene determinato equitativamente.

Consiglio di Stato - Sentenza n. 3934 del 30 giugno 2011 


 

Su ricorso di Auchan, anche per violazione dei principi comunitari in materia di libera concorrenza, il  Tar annulla l'ordinanza del comune di Mesagne che derogava alla chiusura festiva degli esercizi commerciali addetti alla vendita al dettaglio.

Tar di Lecce - Sentenza n. 123 del 29 giugno 2011


 

La domanda risarcitoria proposta esclusivamente nei confronti del Fondo di garanzia va rigettata, non risultando provati dall'attore i presupposti previsti dall'art 19 comma 1 letto A L 990/69, ossia che il sinistro si sia verificato per la condotta dolosa o colposa del conducente dell'altro veicolo rimasto non identificato, con conseguente conferma della sentenza gravata.

Tribunale di Brindisi - Sezione Civile - Sentenza n. 811 del 19 maggio 2011

Pubblicità

 

 

magiada1

 

 

ediltrulli

 

 

       

Per la tua pubblicità su questo sito

Omnibus Italia srl

393 2667877