Articoli&Commenti

20Dicembre2014

 42 visitatori online

Cerca Sentenze

Sito aggiornato:Martedì 16 Dicembre 2014, 08:25
 
 
Cerca :
 

SENTENZE PER TUTTI

 up direction
 down direction

Cerca Sentenze

 

L'ingiunzione è efficace a seguito della perenzione del ricorso rispetto al quale l'odierno attore rimase inerte manifestando una carenza di interesse a far valere nella sede opportuna, dinanzi al giudice amministrativo, i vizi del provvedimento amministrativo.

Tribunale di Lecce – Seconda sezione penale, dott. Adele Ferraro – Sentenza n. 4676 del 3 dicembre 2014


 

La funzione della previsione negoziale di un corrispettivo a fronte del recesso è quella di stabilire anticipatamente un indennizzo a favore del contraente non recedente.

Tribunale di Lecce – Prima sezione civile, dott. Federica Sterzi Barolo – Sentenza n. 4716 del 5 dicembre 2014


 

Non è necessario che il luogo dal quale siano sottratte le cose sia munito di particolari accorgimenti per impedire l'ingresso del pubblico, essendo sufficiente che si tratti di area distinta e appartata e come tale facilmente riconoscibile.

Tribunale di Lecce – Prima sezione penale, dott. Silvia Minerva – Sentenza n. 826 del 16 ottobre 2014


 

Chi crea fonti di esposizione al pericolo per la collettività è tenuto al risarcimento dei danni conseguenti, indipendentemente dalla colpa propria o dei suoi preposti.

Tribunale di Lecce – Prima sezione civile, dott. Piera Portaluri – Sentenza n. 4356 del 17 novembre 2014


 

Quando una delle parti chiede che venga sentita nel processo la persona che ha avuto conoscenza diretta del fatto, il giudice è obbligato a disporne la citazione, a pena di inutilizzabilità della testimonianza indiretta.

Tribunale di Lecce – Seconda sezione penale, avv. Alida Accogli – Sentenza n. 1321 del 24 novembre 2014


 

Un’autorità dello Stato non può trarre pretesto dalla mancanza di risorse per non onorare un debito fondato su una decisione giudiziaria.

Corte Europea dei Diritti dell'Uomo - Sentenza del 21 ottobre 2014


 

La domanda dell'attore - giovane fidanzato della vittima, ma con la stessa non convivente - non può essere accolta, perché non titolare di una situazione giuridicamente rilevante.

Tribunale di Lecce – Prima sezione civile, dott. Piera Portaluri – Sentenza n. 4254 del 11 novembre 2014


 

Per evitare la prescrizione del reato e la conseguente denegata giustizia, è opportuno, anzi necessario favorire la celebre definizione dei processi.

Dott. Roberto Tanisi - Presidente Seconda Sezione Penale Tribunale di Lecce


 

Le pene, oltre a non poter consistere in trattamenti contrari al senso di umanità, devono tendere alla rieducazione del condannato, rieducazione, ovviamente, impossibile nell’ipotesi di una sanzione drastica ed irrimediabile come la morte.

Dott. Roberto Tanisi - Presidente Seconda Sezione Penale - Tribunale di Lecce


 

L'interruzione del nesso di causalità - astrattamente - può essere anche l'effetto del comportamento sopravvenuto del danneggato sì da privare dell'efficienza cvausale, e da rendere giuridicamente irrilevante, il comportamento dell'autore dell'illecito.

Tribunale di Lecce - Sezione di casarano, avv. Maria Paola Sanghez - Sentenza n, 2420 del 16 giugno 2014


 

Quando risulti che la madre abbia dichiarato il figlio come naturale, difettando l'operatività di detta presunzione e dello status di figlio legittimo, non è necessario il disconoscimento.

Tribunale di Lecce – Seconda sezione civile, rel. dott. Adele Ferraro – Sentenza n. 4210 del 7 novembre 2014

Pubblicità

 

magiada1

 

 

ediltrulli

Per la tua pubblicità su questo sito

Omnibus Italia srl

393 2667877